Notizie locali

Pestaggio a Ornavasso, un arresto

04/09/2019
Post Image

Un gravissimo fatto avvenuto a giugno ma che emerge soltanto ora. Tutto è successo a Ornavasso, a casa di un giovane sulla trentina, che ha aggredito e picchiato selvaggiamente per circa 15 minuti un suo coetaneo riducendolo in coma. Un vero e proprio pestaggio le cui cause sono ancora oggetto delle indagini dei carabinieri e al quale ha assistito anche una giovane donna. Forse all’origine di tutto proprio questioni sentimentali. È accertato che prima di essere picchiata la vittima era caduta dalle scale della casa del suo aggressore, ma non è chiaro se sia stata spinta o si sia trattato di una caduta accidentale. Le lesioni subìte dal giovane sono state gravissime e non è ancora uscito dallo stato di coma: da tre mesi si trova all’ospedale di Domodossola. L’aggressore invece è in carcere, con l’accusa di tentato omicidio.

 

Notizie locali

In carcere il cameriere che aggredì il titolare a Pallanza

03/09/2019
Post Image

A più di due mesi dal fatto è finito in carcere il 27enne rumeno che il 24 giugno scorso aveva ferito gravemente il titolare di un ristorante pizzeria di via Manzoni a Pallanza. Il giovane, che fino a pochi giorni prima lavorava nel locale come cameriere, aveva colpito l’uomo alla giugulare con una bottiglia di birra rotta, provocandogli gravissime lesioni. Le indagini dei carabinieri per ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto sono ufficialmente ancora in corso, ma intanto il titolare del fascicolo, il sostituto procuratore di Verbania Gianluca Periani, ha chiesto e ottenuto dal gip un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, eseguita dai militari del Nucleo operativo e radiomobile verbanese nella comunità dove il 27enne si trovava. Ora è detenuto nel carcere di Pallanza: l’accusa per lui è tentato omicidio.

Notizie locali

Streetfood a Premeno

08/08/2019
Post Image

Dopo il successo delle precedenti edizioni, anche quest’anno la Proloco di Premeno in collaborazione con il Comune organizza lo Streetfood “Gusto e Spettacoli”. Appuntamento il 9, 10 e 11 agosto nel parco di Villa Bernocchi con la pasta fresca, le birre artigianali, lo gnocco fritto, la carne di fassona, le specialità liguri e piemontesi, i sapori tex-mex, panzerotti, delizie siciliane dolci e salate, feìjoada brasiliana e molto altro, nell’atmosfera accogliente e unica del parco di Villa Bernocchi a Premeno.

Non solo gusto, ma anche spettacoli perché tutti i giorni sono in programma eventi e intrattenimento.

Venerdì 9 dalle 17 alle 24 spettacoli con il Circo Clap: giochi con il fuoco. Alla sera Dj Set con Rvl La Radio.

Sabato 10 dalle 10 alle 24 spettacoli con il Circo Clap: Clown, acrobati e giocolieri. Alla sera musica con Jackie K Jazztrio.

Domenica 11 dalle 10 alle 23 spettacoli con il Circo Clap: Trampolieri con sorprese. Cavalli a disposizione dei bambini per passeggiate. Alla sera musica con Mystic Sound (pop internazionale).

Nelle giornate di sabato e domenica dalle 15 truccabimbi con la Croce Rossa di Verbania.

Notizie locali

Pedofilia e favoreggiamento della prostituzione: due arresti

06/08/2019
Post Image

I carabinieri della stazione di Stresa che l’hanno visto procedere lentamente nella notte l’hanno fermato perché sospettavano fosse ubriaco, ma non avrebbero mai immaginato quanto poi si è scoperto. Quell’uomo alla guida, 43 anni, originario di Torino e residente da qualche anno a Verbania, era con una bambina di 11 anni residente a Torino che la madre gli avrebbe consegnato. Una storia agghiacciante, scoperta grazie all’intuito dei militari dell’Arma: l’uomo ha precedenti per pedofilia e le indagini, coordinate dal sostituto procuratore Fabrizio Argentieri, hanno portato all’arresto anche della madre della bambina. Il 43enne al momento dell’arresto ha avuto un malore ed è stato portato in ospedale. Nella sua casa di Pallanza, nel computer, i carabinieri hanno trovato immagini pedopornografiche. La bambina è stata portata in una comunità protetta.

Notizie locali

Tragedia in montagna, muore alpinista di 28 anni

05/08/2019
Post Image

Aveva un grande amore per la montagna, ma proprio la montagna ha segnato la sua tragica fine. Una giovane di San Maurizio d’Opaglio, Valentina Mora, è morta precipitando mentre tentava la scalata in solitaria al Pizzo Andolla, che segna il confine tra la Valle Antrona e la Svizzera. Era partita sabato mattina da Cheggio, e quando a sera non è rientrata a casa è scattato l’allarme. Le ricerche sono iniziate all’alba di domenica e si sono concluse praticamente dopo pochi minuti: il corpo senza vita della giovane alpinista è stato individuato in fondo a un canalone e poi recuperato dagli uomini della X Delegazione Valdossola del Soccorso Alpino con l’ausilio dell’elicottero. Stando a quanto ricostruito stava percorrendo la via normale di salita alla vetta: non si sa se in salita o in discesa, ma qualcosa è andato storto e per Valentina Mora non c’è stato nulla da fare.

Notizie locali

Tragedia a Miasino, muore sedicenne

31/07/2019

Toccherà alla Polizia stradale di Arona ricostruire la dinamica dell’incidente che ieri pomeriggio verso le 15 ha stroncato la vita di un ragazzo di appena 16 anni. Si chiamava Francesco Tacchini e abitava ad Ameno: stava viaggiando in sella alla sua moto da enduro sulla provinciale per Miasino, quando si è scontrato con un fuoristrada che procedeva nella direzione opposta. Il ragazzo è finito col corpo sul parabrezza, contro cui ha battuto con violenza la testa. Le sue condizioni sono apparse subito molto gravi e per questo è stato chiamato l’elisoccorso, ma dopo pochi minuti il cuore di Francesco ha cessato di battere. Nessuna grave conseguenza fisica invece per il guidatore della Jeep. Francesco Tacchini frequentava l’istituto Leonardo Da Vinci di Borgomanero, indirizzo meccanica, e stava facendo uno stage in un’officina di Armeno, dove stava andando quando la sua vita si è spezzata.